lunedì 26 gennaio 2015

Spezzatino di manzo con carciofi e patate



No, non sono impazzita!..e che la carne bovina ogni tanto la mangio anche io, cosa credevate? :D
In tutta sincerità, gradisco molto di più preparazioni a base di pesce o carni bianche, ma a un bel piatto di spezzatino come questo...non dico mai di no! ;-)
Ancor più succulento e delizioso servito nelle mie amate mini cocotte Le Creuset, non trovate?


Spezzatino di manzo con carciofi e patate

   Ingredienti per 4 persone
·         600 g di carne di manzo tagliata a tocchetti
·         4 carciofi
·         400 g di patate
·         2 carote
·         1/2 gambo di sedano
·         1 spicchio di aglio
·         ½ bicchiere di vino rosso
·         Qualche fogliolina di salvia
·         Brodo vegetale q.b.
·         Olio evo
·         Sale

Tritate finemente le carote e il sedano, fateli soffriggere assieme allo spicchio di aglio in un tegame con l’olio. Eliminate l’aglio ed unite la  carne a pezzetti,   lasciatela ben rosolare quindi, unite il vino e lasciate evaporare.  Versate  il brodo caldo fino a ricoprire la carne e unite qualche fogliolina di salvia, coperchiate e lasciate cuocere a fuoco dolce per circa 40 minuti. Nel frattempo, pulite i carciofi e riduceteli a spicchi tuffandoli man mano in acqua acidulata con succo di limone per evitare che anneriscano. Pelate le patate, lavatele  e tagliatele a tocchetti, unitele assieme ai carciofi nel tegame con la carne. Proseguite la cottura per circa 20 minuti, aggiungendo ancora brodo caldo se necessario, o fino a quando carciofi e patate risulteranno ben teneri.  

martedì 20 gennaio 2015

Cake agli agrumi con glassa all'arancia


 Profumo inebriante ed avvolgente, morbidezza e "scioglievolezza"!
Caratteristiche fondamentali che rendono questo cake incredibilmente buono e che io, caldamente, vi incito a provare!


Cake agli agrumi

Ingredienti
100 g di farina 00
100 g di farina di mandorle
50 g di fecola di patate
100 g di latte intero
120 g di burro morbido
150 g di zucchero a velo
2 uova
Semi di 1/2 baccello di vaniglia
Scorza grattugiata di 1 limone non trattato
Scorza grattugiata di 1 arancia non trattata
Scorza grattugiata di 1 mandarino non trattato
1/2 bustina di lievito per dolci
Un pizzico di sale

Per la glassa
125 g di zucchero a velo
succo d'arancia q.b.

Preparazione
In una ciotola montate a spuma il burro con lo zucchero, battete leggermente le uova ed unitele poco per volta  incorporandole delicatamente. Profumate con le bucce di agrumi e i semi di vaniglia, unite un pizzico di sale e mescolate. Setacciate la farina con la fecola, il lievito e la farina di mandorle. Aggiungete le polveri al composto alternandole con il latte. 

Versate l'impasto in uno stampo da plum cake imburrato e spolverizzato di farina di 22X10 cm. 
Infornate a 160° per circa 50 minuti. Lasciate riposare il cake nello stampo per 15 minuti prima di sformarlo su una gratella.

Setacciate lo zucchero a velo per la glassa in una ciotola, unite inizialmente un cucchiaio di succo d'arancia e mescolate. Continuate ad inserire il succo, un goccio alla volta, fino ad ottenere una glassa dalla consistenza densa e vischiosa. 

Colate la glassa sulla superficie del cake, lasciate rapprendere e trasferite nel piatto di portata. Decorate con bucce e foglioline fresche di agrumi. 


mercoledì 14 gennaio 2015

Ravioli patate e speck


Ho avuto modo nei giorni scorsi di provare un vino che conoscevo poco e che mi ha piacevolmente colpita. Si tratta della Vernaccia di San Gimignano dell'Azienda agricola Casale di Falchini La ristretta zona di produzione della Vernaccia di San Gimignano, limitata al territorio del Comune da cui prende il nome, ne fa un vino particolarmente pregiato.
Il profumo floreale e fruttato -prevalentemente agrumato - e il sapore fresco, ma allo stesso tempo corposo, con una leggera nota amarognola che ricorda la mandorla amara, fanno si che questo vino si sposi bene con il piatto che vi presento oggi.


Ravioli patate e speck

Ingredienti per la pasta all'uovo
250 g di semola rimacinata di grano duro
2 uova
25 g di acqua
un pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno
600 g di patate a polpa asciutta
2 tuorli
40 g di parmigiano reggiano
100 g di Speck a fette
noce moscata, sale  q.b.

Per condire
40 g di burro
5/6 foglioline di salvia fresca

Preparazione
  1. Bollite le patate con la buccia per circa 30 minuti. Appena cotte,  spellatele e passatele con lo schiacciapatate, mettetele in una ciotola e lasciatele raffreddare. 
  2. Preparate la pasta mettendo la farina sul piano di lavoro, formate la fontana e versate al centro le uova,  l'acqua e un pizzico di sale. Lavorate l'impasto fino ad ottenere una consistenza liscia ed omogenea. Coprite con un canovaccio e lasciate riposate la pasta per 30 minuti. 
  3. Intanto, preparate il ripieno mescolando le patate con i tuorli, il formaggio, lo speck tagliato a pezzettini, il sale e la noce moscata. 
  4. Stendete l'impasto e ricavate delle sfoglie sottili. Distribuite dei mucchietti di ripieno su una striscia di pasta e ricoprite con un'altra striscia di impasto. Premete con le dita tutto intorno al ripieno, per far fuoriuscire l'aria, e ritagliate tanti quadrati di uguale dimensione.


Lessate i ravioli in abbondante acqua salata e conditeli con il burro fuso sciolto a fiamma dolce con le foglioline di salvia.

venerdì 9 gennaio 2015

Torta Cioccoarancia


Ispirata da due grandi pasticceri, poco più di un mese fa ho realizzato questa torta.
Presa da ricette a tema festività Natalizie, ne avevo rimandato la pubblicazione sul blog ed era finita nel mio archivio. Poi, qualche giorno fa, sul blog della mia amica Gabila leggo di una bella raccolta che ha come protagonista il cioccolato accoppiato di volta in volta ad un determinato ingrediente. L'abbinamento da farsi per questo mese è con gli agrumi ...e la mia torta mi sembra perfetta per questa simpatica iniziativa, non vi pare? :-)




Torta Cioccoarancia

Ingredienti per una torta di 20 cm di diametro

Pan di spagna al cacao (ricetta di Giovanni Pina)
100 g di zucchero semolato
75 g di tuorlo
75 g di uova intere
80 g di farina
15 g di cacao amaro
10 g di fecola di patate

Mousse al cioccolato e arancia 
(variazione all'arancia della ricetta "mousse al cioccolato e caffè" di Luca Montersino
65 g di zucchero semolato
40 g di succo d'arancia
buccia grattugiata di un'arancia
135 g di tuorli
225 g di cioccolato fondente al 70% di cacao
30 g di burro morbido
350 g di panna

Glassa di copertura al cioccolato fondente (ricetta di Giovanni Pina)
160 g di panna
100 g di sciroppo di glucosio
160 g di cioccolato fondente al 55%
10 g di burro

Bagna all'arancia
50 g di succo d'arancia
100 g di acqua
50 g di zucchero
3/4 cucchiai di liquore all'arancia

Arance essiccate 
1 arancia
50 g di zucchero semolato


Procedimento

Per le arance essiccate: preparate innanzitutto le arance essiccate perchè avranno bisogno di alcune ore di cottura prima di poter essere utilizzate. Affettatele sottili e mettetele su una teglia ricoperta con carta da forno precedentemente spolverizzata con un po' di zucchero. Cospargete le fette d'arancia con il resto dello zucchero ed infornatele a 90° per circa 3 ore.

Per il pan di spagna al cacao: in planetaria, o con uno sbattitore a mano elettrico, montate le uova intere e lo zucchero fino a che la massa si presenterà soffice e ricca d'aria. Aggiungete i tuorli continuando a mescolare ad alta velocità fino a rendere il composto stabile e spumoso. Spegnete la macchina e a mano, con una spatola, incorporate in più riprese la farina, il cacao e la fecola precedentemente setacciati. Versate il composto in una teglia rotonda a bordi alti di 20 cm di diametro, infornate per circa 20 minuti ad una temperatura di 180°/190°. Appena cotto, sfornatelo e lasciatelo raffreddare su un foglio di carta forno.

Per la mousse al cioccolato e arancia
Miscelate il succo d'arancia con lo zucchero, i tuorli e la buccia grattugiata d'arancia. Scaldate il composto al microonde, o a bagnomaria,  fino alla temperatura di 85°. Mettete il composto in planetaria, oppure utilizzate uno sbattitore elettrico a mano, e montatelo fino a raffreddamento. Unite il burro morbido e mescolate fino ad incorporarlo perfettamente, subito dopo unite il cioccolato fuso e ancora tiepido. Spegnete la macchina e, a mano, incorporate la panna semimontata. Mettete il composto in frigorifero.

Per la glassa al cioccolato: mettete la panna in una pentola e mettetela sul fuoco fino a raggiungere la temperatura di 60°. Allontanate dal fuoco e unite il glucosio e il cioccolato finemente sminuzzato, mescolate ripetutamente fino a completo scioglimento. Quando la massa raggiungerà la temperatura di 40°, unite il burro morbido e mescolate fino a quando non risulterà perfettamente amalgamato. Lasciate rapprendere in frigorifero coperta con pellicola per alimenti.

Per la bagna all'arancia: portate a ebollizione l'acqua e il succo d'arancia, versate lo zucchero e mescolate fino a farlo sciogliere, togliete dal fuoco e lasciate raffreddare. Unite il liquore all'arancia e mescolate.



Montaggio del dolce: Ho farcito la torta la sera, l'ho trasferita in frigorifero per tutta la notte e al mattino l'ho glassata e decorata. Se volete fare come me,  procedete in questo modo:
Rivestite con pellicola alimentare la stessa teglia in cui avete cotto il pan di spagna. Tagliate il pan di spagna in tre strati,  posizionate uno strato sul fondo della teglia e pennellatelo con la bagna. Trasferite la mousse al cioccolato e arancia in una sac a poche munita di bocchetta liscia grande e stendete un primo strato di mousse. Ricoprite con il secondo disco di pan di spagna, inzuppate nuovamente e cospargete con un secondo strato di mousse. Terminate con il terzo disco di pan di spagna, spennellate la superficie con la bagna  e trasferite la torta in frigorifero, coperta con pellicola alimentare, per tutta la notte.
Il mattino dopo, sformate la torta su una griglia posizionata su un contenitore in modo da raccogliere la glassa in eccesso che vi servirà per la decorazione. Riscaldate la glassa portandola ad una temperatura di 30°, colatela sulla torta facendo in modo che quest'ultima ne venga completamente ricoperta. Lasciatela riposare sulla griglia per 30 minuti in modo che la glassa si solidifichi. Trascorso il tempo, con l'aiuto di 2 lunghe lame sollevate delicatamente la torta e adagiatela sul piatto di portata.
Decorate a vostro piacimento con la glassa avanzata e le fette di arance essiccate.



Con questa ricetta partecipo alla raccolta Cioccolato e...agrumi





giovedì 8 gennaio 2015

Pie al radicchio primo sale noci e ricotta



Dopo un piccolo periodo di pausa, riparto oggi con il mio primo post del 2015.
Lo faccio alla grande presentandovi una delle due ricette pubblicate sul nuovo numero di Taste & More, on line da pochi giorni.

Un numero speciale, che vi conquisterà e vi rapirà con la bellezza delle sue immagini e l'alta qualità delle sue ricette.





Pie al radicchio, primo sale noci e ricotta

Ingredienti per 6/8 persone:

Per la pasta brisèe (da preparare il giorno prima)
380 g di farina 00
240 g di burro a pezzetti
130 g di acqua molto fredda
5 g di sale

Per il ripieno
1 cespo di radicchio precoce di Treviso
250 g di ricotta vaccina
1 albume
100 g di formaggio primo sale
60 g di gherigli di noci
un pizzico di coriandolo in polvere
un pizzico di pepe
sale q.b.

Preparazione:
Con un giorno di anticipo preparate la pasta brisèe mettendo la farina a fontana sul piano di lavoro, salate e inserite il burro al centro. Amalgamate gli ingredienti schiacciandoli con una forchetta fino a quando l'impasto assumerà un aspetto sbriciolato. Aggiungete man mano l'acqua fredda e, con una spatola, lavorate velocemente fino ad amalgamare il composto. Dividete l'impasto e tiratelo in 2 sfoglie rotonde una poco più grande dell'altra. Sistemate le sfoglie tra 2 fogli di carta forno e trasferitele in frigorifero fino al momento dell'utilizzo.



Lavate ed asciugate le foglie di radicchio, tritatele finemente e mettetele in una terrina. In un padellino antiaderente tostate per pochi minuti i gherigli di noce, subito dopo, strofinateli tra le mani in modo da eliminare gran parte della cuticola che li riveste. Unite le noci spezzettate al radicchio, aggiungete la ricotta, il primo sale, l'albume, il sale e le spezie. Mescolate ed amalgamate bene gli ingredienti. Imburrate uno stampo rotondo di 22 cm di diametro, possibilmente con i bordi svasati, e adagiatevi la sfoglia di brisèe di dimensioni leggermente più grandi. Ricoprite con la seconda sfoglia, sigillate bene i bordi pizzicandoli con le mani ed effettuate un piccolo taglio a croce sulla superficie. Trasferite la pie in forno preriscaldato a 180°C e fatela cuocere per circa 40 minuti.


Clicca sulla copertina per sfogliare la rivista