lunedì 20 ottobre 2014

Ciambella marmorizzata






Chi non conosce questo grande classico della pasticceria?
Chi non ha mai realizzato la Ciambella marmorizzata? 
Io ricordo che, ancora bambina, è stato tra i primissimi dolci a cui mi sono dedicata quando ho incominciato a nutrire la mia grande passione per la cucina.
La sua preparazione, apparentemente molto facile, potrebbe in realtà nascondere qualche insidia se non si seguono alla lettera alcuni accorgimenti fondamentali. Innanzitutto, il burro e lo zucchero devono essere lavorati alla perfezione per ottenere un composto gonfio e spumoso. Tutti gli altri ingredienti vanno inseriti delicatamente, poco per volta, in modo da mantenere fino alla fine la spumosità iniziale. Anche la cottura è fondamentale! Vista la sua altezza, potreste correre il rischio di sfornare una ciambella apparentemente cotta ma molle al centro.  Si sa, tempi e temperature variano da forno a forno. ma una cottura a temperature più basse e un prolungamento del tempo in forno, per quanto mi riguarda, sono le soluzioni migliori. 


Ciambella marmorizzata

Ingredienti
500 g di farina 00
230 g di burro morbido
300 g di zucchero semolato
50 g di miele
6 uova 
250 ml di latte 
3 cucchiai di cacao amaro
2 cucchiai di Rum scuro
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale

Imburrate ed infarinate uno stampo a ciambella dai bordi alti di 22 cm di diametro. Preriscaldate il forno a 160°. Montate benissimo il burro morbido con lo zucchero fino a renderlo gonfio e spumoso. Unite il miele, mescolate ed incorporate le uova in più riprese. Aggiungete la farina, precedentemente setacciata con il lievito, alternandola con il latte. Profumate con la vaniglia ed unite un pizzico di sale fino. Dividete l'impasto a metà e in una parte unite il cacao setacciato,  mescolate bene in modo da amalgamarlo perfettamente  ed unite il Rum. Versate i 2 impasti nello stampo,  a cucchiaiate ed alternando i colori. Affondate un lungo stecco di legno nella ciambella, o la lama di un coltello, e muovetelo in senso circolatorio per ottenere l'effetto marmorizzato. Infornate e lasciate cuocere per un'ora o poco più. 

Note: Considerata l'altezza della ciambella, la prova stecchino è indispensabile.



lunedì 13 ottobre 2014

Ciambelline morbide della Nonna



Tazza mug Villa d'Este Home


So che tutti voi starete pensando alle famose merendine di una nota azienda italiana!
E invece no, questa ricetta, assieme ad altre fantastiche ricette, proviene da una dispensa che una cara amica mi ha donato dopo aver frequentato un corso con il Maestro Leonardo Di Carlo. Sinceramente, io non ricordo che sapore avessero le su citate merendine. Quello che ricordo, è sicuramente la loro estrema morbidezza, e a queste ciambelline non manca di sicuro!
Personalmente, non amo gli stampi in silicone per le cotture, sapore e consistenza delle preparazioni vengono molto penalizzate. Quindi, se potete, prediligete la cottura in stampini di alluminio. Se proprio non vi riesce di reperirli, optate pure per il silicone, ne sarà valsa comunque la pena!


Ciambelline morbide della Nonna
ricetta di Leonardo Di Carlo (dosi ricalcolate per 10 stampini a ciambella di 7 cm)

Ingredienti
125 g di uova intere
100 g di zucchero semolato
30 g di acqua
60 g di olio e.v.o. 
110 g di farina 00
4 g di lievito chimico
un cucchiaio di miele
2, 5 g di buccia di limone grattugiata
un pizzico di sale

Preparazione
Montate le uova con lo zucchero e il miele, il sale e la buccia di limone fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Unite a filo, sempre mescolando, prima l'acqua e poi l'olio. Incorporate infine la farina precedentemente setacciata con il lievito. Distribuite il composto negli stampini imburrati ed infarinati e trasferite in forno caldo a 170° per circa 20 minuti. Terminata la cottura, lasciate riposare le ciambelline per 5 minuti poi, sformatele delicatamente e lasciatele raffreddare su una griglia. Spolverizzate di zucchero a velo.

Questi squisiti dolcetti si conservano bene per qualche giorno rinchiusi in sacchetti di cellophane per alimenti.


lunedì 6 ottobre 2014

Confettura di cipolle di Tropea


Buongiorno, amici, e ben ritrovati!
Chi mi segue assiduamente, sa che amo augurarvi un buon inizio settimana proponendovi sempre delizie dolci e golose. Anche quest'oggi il mio intento è lo stesso, perchè, anche se di tutt'altro genere, sempre di delizia si tratta!!
Se amate il gusto agro dolce e i sapori decisi, non lasciatevi scappare questa confettura di cipolle scovata sul blog di Eva e Claudio!
Ideale da servire su crostini, per la preparazione di snack salati, per insaporire carni. Ma il massimo del piacere lo proverete accompagnata con i formaggi: divina!




lunedì 29 settembre 2014

Crema Catalana


Vi ho parlato spesso del forum che frequento, e di quanto Pan per focaccia sia per me fonte d'ispirazione. Anche questa ricetta proviene dal suo immenso archivio e, credetemi, è una vera chicca!!! Pubblicata parecchi anni or sono su it.hobby.cucina e ripresa da Rossella nel forum, sembra sia la migliore ricetta passata in rete, e io, non posso far altro che confermare!!!
Ecco come viene descritta da chi, a suo tempo, la pubblicò per la prima volta nel gruppo di Hobby cucina:

........una crema catalana. Che (nota per la Premiata) e' parente solo
alla lontana della creme brulee, a base di panna che nella catalana
proprio non c'e'.

Vengo dunque a riproporre la ricetta (che, come gia' ebbi a dire altre
volte, non e' di mia invenzione, ma mi e' stata data da un eccellente
pasticciere catalano (IMHO il migliore della Penisola e forse
dell'intera Europa occidentale) di Palamos ed e' confermata da Manuel
Vazquez Montalban nel suo ormai introvabile e (da me) stracitato
"Cocina catalana". Fatta e rifatta innumeri volte, ha strappato piu'
di un plauso anche da parte di catalani Doc.

Ho apportato dei piccolissimi cambiamenti per accontentare la figlia a cui la cannella proprio non piace, in rosso le mie modifiche.


Mini cocotte Le Creuset


venerdì 26 settembre 2014

Torta al cioccolato senza farina


Capita spesso che mia figlia mi chieda di farle dei dolci al cioccolato di cui è estremamente ghiotta!
Ovviamente, ho sempre esaudito con gioia le sue richieste e realizzato per lei preparazioni d'ogni genere. 
Ma ora che la mia piccina è cresciuta, tra qualche giorno si trasferirà in un'altra città per incominciare i suoi studi universitari, come fare a soddisfare le sue irrefrenabili voglie "cioccolatose"?
Semplice: dovrà lei stessa appagare i suoi desideri!
Ovviamente, per una ragazza alle prime armi e poco pratica in cucina, l'utilità di una ricetta priva di difficoltà e di sicura riuscita, credo sia fondamentale!
Per questo quando ho visto questa torta sul meraviglioso blog Chiarapassion della bravissima Enrica, ho deciso di replicarla immediatamente! 
Per metterla a disposizione della mia piccola e di chiunque voglia cimentarsi nella realizzazione di questa torta che definirei...a dir poco sublime!!!

P.S. Enrica, Rosy ti sarà grata a vita!!! ;-)


Tovaglietta Villa d'Este Home


Torta al cioccolato senza farina
(tratta da Csaba  Bon Marchè )

Ingredienti stampo da 20 cm
200 g di cioccolato fondente di ottima qualità ( 70% di cacao)
125 g di burro
100 g di zucchero
3 uova
50 g di cacao amaro
per decorare
zucchero a velo
panna fresca montata, gelato alla vaniglia o meringa italiana

Preparazione
Spezzettate il cioccolato e fatelo sciogliere dolcemente a bagnomaria o nel microonde insieme al burro. In una ciotola sbattere le uova con lo zucchero fino a quando sono belle spumose e gonfie. Unite il cioccolato fuso con il burro al composto, girate bene con una spatola, infine aggiungete il cacao setacciato e mescolate delicatamente. Versate l'impasto in una tortiera precedentemente imburrata o rivestita con la carta forno, infornate in forno già caldo a 180° per circa 25-30 minuti. Una volta sfornata fatela raffreddare completamente e poi capovolgetela su di un piatto da portata e decoratela con lo zucchero a velo.