Un cestino di Pesche

Confesso la mia ignoranza, non conoscevo questa versione con il lievito di birra.
Nella mia zona, sono abituata a vedere in bella mostra nelle vetrine delle pasticcerie, delle pesche all’Alkermes preparate con un impasto simile ad un Pan di spagna.
Ed è per questo che, subito incuriosita, quando Elisabetta le ha postate su Ppf ho voluto riprodurle.

Se poi, la pazienza non vi manca e volete divertirvi e presentarle alla mia maniera, in basso troverete le dosi ed il procedimento per realizzare il cestino che le contiene! 🙂

Le Pesche di Prato
250 gr di farina 00
250 gr di farina Manitoba
4 uova grandi
70 gr di burro
100 grdi zucchero
35 gr di acqua
18 gr di lievito di birra
20 gr di miele
8 gr di sale
limone gratt.
vaniglia
Impastare metà delle farina con 2 uova,metà del burro,metà dello zucchero,l’acqua e il lievito.Lavorare bene fino a formare un impasto liscio ed elastico.Far lievitare 1 ora e mezza.
Impastare il resto degli ingredienti,unendo le uova un pò alla volta,il panetto lievitato,gli aromi.Lavorare minimo per 15 minuti,meglio se con un’impastatrice,fino a quando l’impasto sarà diventato elastico.Porolo in un luogo tiepido e lievitare per 2 ore minimo.Stendere l’impasto e tagliare delle strisce,dalla quali si staccheranno dei pezzi da 15 gr,arrotondarli e porre le palline a lievitare fino al raddoppio(minimo 2 ore)infornarle a 180° per 8-9 minuti.
Crema pasticcera
400 gr di latte
4 tuorli
20 gr di farina
20 gr di amido di mais
100 gr di zucchero
limone o arancia gratt.
vaniglia
Bagna all’Alkermes
200 gr di acqua
100 gr di zucchero0
60 gr di Alkermes

Tagliare la crosticina delle palline di brioche e togliere un pò di mollica,bagnarle nello sciroppo e riepirle con crema pasticcera,chiudere due a dure.Rotolarle nello zucchero semolato e decorarle con canditi e foglie di menta

*************
Ingredienti per la realizzazione del cestino

Ho preparato un impasto con 300 gr. di farina 00, 300 gr. di farina manitoba, 3 tuorli, 100 gr. di burro, 100 gr. di zucchero, 200 gr. di latte, 12,5 gr. di lievito di birra fresco, la buccia grattugiata di 1 limone e 2 pizzichi di sale.

Procedimento

Appena pronto l’impasto, ho subito proceduto alla preparazione del cestino:
ho bagnato e strizzato bene un foglio di carta forno con il quale ho ricoperto una ciotola in metallo di 24 cm capovolta

ho incominciato ad approntare il cestino formando 13 rotolini di impasto di spessore poco più piccoli di un dito mignolo e li ho posizionati sulla ciotola in questo modo:

Ho formato altri rotolini d’impasto e lavorando  in senso orrizzontale intorno alla ciotola, ho cercato di tessere una trama che somigliasse a quella di un cestino:

Più volte mi sono impicciata, ma imperterrita ho continuato! 😀

Alla fine, ho eliminato la pasta in eccesso ed  ho formato una treccia che ho avvolto  intorno alla ciotola facendola aderire bene.

Ho schiacciato con le mani l’impasto in cima alla ciotola,formato un rotolo che ho chiuso ad anello e posizionato sopra l’impasto schiacciato.
Ho spennellato il cestino con tuorlo d’uovo a cui ho aggiunto un cucchiaio di latte ed infornato a 180° gradi fino a che è diventato di un bel colore dorato.

Per la realizzazione del manico ho misurato il diametro del cestino da cotto e formato un’altra treccia.  Ho preparato del caramello che ho utilizzato per attaccare il manico al cestino, trattenendolo sui bordi fino a che non si è indurito.

Buon divertimento!! 😉

16 Comments

  1. Bravissima , adoro le pesche di prato è da una vita che dico che li vorrei provare chissa se arriverà quel giorno. E il cesto fantastico!

  2. Assù, sono rimasta a bocca aperta! Ma quanto brava sei??? Complimentoni per questo cesto fenomenale!!!

  3. Eh sì, non c'è che dire, sei proprio brava, ogni tua ricetta è un capolavoro!

  4. Se volevi lasciarmi senza parole ci sei riuscita… le pesche sono squisite e il cesto è fantastico!!! Sei veramente bravissima…

  5. Meravigliose sia le pesche, che anche io conoscevo nella version pan di spagna, sia il cestino; anzi il cestino è proprio esempio della tua grande abilità. Sei veramente bravissima, un abbraccio

  6. ma quanto è bello questo cesto!!!!

  7. che te possino….si dice a Roma, mi provochi ed io accetto le provocazioni…le peschine di Prato sono una benedizione, io questa versione non la conoscevo, a dire la verità non ho mai fatto neppure l'altra però ho la ricetta, ma c'è anche lo strutto in quella che ho io, che dici? però le voglio fare…e il cestino, è stupendo, sei bravissima e paziente…io sto rinfrescando licoli per fare il pane di Matera…un abbraccio

  8. tutto splendido e sicuramente tutto buono !ancora i miei complimenti

  9. Misskelly

    Bravissima Assunta…mi stupisci sempre per la tua bravura e fantasia… 🙂

  10. Ragazze, grazie di cuore a tutte! :))
    I vostri consensi mi rendono felice!

  11. This one look so good, love both the presentation and the flavor ^^.

  12. dailydelicious, nice to meet you!
    Hello and thank you! 🙂

  13. quante delizie che mi stavo perdendo….ma sei un artista!!!!le faccine non ci sono ma io ti faccio:clap clap clap clap ed ancora clapppppp!!!bravaa!!!!smackkkkkk

  14. Semplicemente bellissimo questo cesto.

  15. che spettacolo…..adoro le pesche

  16. Ma quanto sei creativa??!!! Bravissima davvero!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*