Boccioli di pane agrodolci

Sfogliando il libro di cui vi parlavo qualche giorno fa, “Cucino e poi regalo”, un’altra preparazione ha  attirato la mia attenzione!

Questo pane mi ha colpita per la sua bella e particolare forma e per il gusto agrodolce che io amo molto!

Come al solito, liberamente reinterpretata a mio piacimento. 🙂

 

 

Boccioli di pane agrodolci

 

Per l’impasto:
500 gr. di farina 0 (io, caputo rossa)
200 ml acqua
4 cucchiai di olio e.v.o.
12,5 gr lievito fresco
10 gr di sale

Stemperare il lievito nell’acqua, aggiungere mescolando man mano la farina, l’olio e per ultimo il sale, impastare per una decina di minuti e poi porre a lievitare fino al raddoppio.

Ripieno:
500 gr cipolle di Tropea ( le mie, di produzione propria…o meglio, del suocero che coltiva l’orticello! )
3 cucchiai di uvetta
2 cucchiai di pinoli
3 cucchiai di aceto di vino bianco
1 cucchiaino di zucchero
2 cucchiai di olio e.v.o.
1 foglia di alloro
sale e pepe
Affettare le cipolle e rosolarle in padella con l’olio e la foglia di alloro, poi aggiungere lo zucchero sale e pepe ed irrorare con l’aceto, coprire e far cuocere per una decina di minuti, un minuto prima di spegnere il gas, togliere il coperchio, aggiungere i pinoli e farli tostare leggermente.
Mettere in ammolo l’uvetta per 10 minuti, sgocciolarla e strizzarla.

Tenere da parte un po’ di ripieno per la decorazione finale.
Quando l’impasto è pronto, pesarlo e dividerlo in 9 panetti di uguale peso, stendere la pasta in dischi dello spessore di 6/7 mm e farli lievitare per 30 minuti.

Cospargere ogni disco con il ripieno di cipolle, aggiungere un poco di uvetta e poi arrotolarli su se stessi.

Tagliare a metà ogni rotolino e adagiarli in una teglia di 22/24 cm ( io ho utilizzato una teglia dalle dimensioni un po’ insolite perchè misura 20 di base e poi si allarga fino ad arrivare a 26 in superfice) con la parte recisa sotto.
Porre le rosette a lievitare e pennellare la superfice con olio prima di infornare in forno statico a 200° per 20 minuti e a 180° per altri 20.

 

 

12 Comments

  1. Assunta cara, questi boccioli sono deliziosi nell'impasto e nel ripieno, vien voglia di staccarli uno ad uno. Bravissima come sempre. Un abbraccio

  2. Questa corana di pane e' stupenda! e con le cipolle agrodolci…. Meravigliosa!

  3. sei bravissima,questo pane è stupendo!!!!!ho visto anche il pane di Matera,sapessi quanto ho cercato di farla,quella forma di pane..anch'io curo il lievito madre da un anno…complimentoni per tutto!!scusa,dimenticavo..io sono Elisabetta :)piacere di conoscerti,Assunta ;0))

  4. Questa mi sa che te la copio! Ha un aspetto meraviglioso, mi sembra di sentire il profumino appena sfornata!

  5. Cara Assunta, questi boccioli di pane sono una meraviglia e il ripieno è squisitissimo, io adoro i sapori agrodolci e vado pazza per le cipolle di Tropea. Buona serata

  6. @ Stefania, Pola grazie mille! 🙂

    @ Elisabetta, grazie della visita! 🙂

    @ Tiziana, Donatella..grazie di cuore anche a voi! :))

  7. Assunta che bella pensavo che fosse la torta di rose invece mi sono ritrovata uno spettacolo , devo provarla.

  8. ciao ,troppe cose buone !! è un piacere aver conosciuto te e il tuo blog 😉
    io mi autoinvito a casa tua 😉

  9. ed è anche il pane che piace a me, oltre che bello, lo trovo stuzzicante, e poi anche io sono appassionata di agrodolce, che ne dici se faccio il bis?….poi ti dico, baci

  10. Assunta ecco il link della Couronne, è venuta bene, ma non sono soddisfatta al 100% manca la coroncina…
    ciao carissima
    http://ilpane.blogspot.com/2011/07/couronne-bordelaise-con-licoli.html

  11. L'ho appena visto Tamara, e ti assicuro che non hai niente di che lamentarti perchè..è perfetto!!!! :))
    Bacioni

  12. Questa pagnotta "bocciolata" è uno splendore, Assunta cara! Al ritorno dalle vacanze voglio provare a realizzarla, anche se so che non mi riuscirà bella come la tua 🙂

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*