I Savoiardi di Giovanni Pina…alla sua maniera!

 

IMG_1460
Complice la noia, che inevitabilmente mi assale la domenica pomeriggio, complice la pioggia, che è caduta ininterrottamente per tutto il tempo, oggi ho potuto finalmente realizzare una preparazione che desideravo sperimentare da tempo!
I biscotti preferiti di mio marito, i mitici Savoiardi!
E siccome non volevo assolutamente sbagliare niente, mi sono affidata al Maestro Giovanni Pina ed al suo meraviglioso libro
” Dolci-Manuale pratico di pasticceria”.
Ancora una volta Pina mi ha lasciata a bocca aperta per la bontà delle sue preparazioni, e confesso di essermi pentita amaramente di aver dimezzato le dosi della sua ricetta! 😉
IMG_1461
Le dosi:
Non ho cambiato una virgola, ho solo modificato la lunghezza dei savoiardi
325 g di zucchero
175 g di tuorli
225 g di uova
100 g si fecola di patate
350 g di farina 00
15 g di miele d’acacia
2 g di lievito in polvere
la scorza grattugiata di 1/2 arancia
Incominciare montando le uova intere con lo zucchero, la scorza d’arancia e il miele.
Quando il composto incomincerà a diventare spumoso, e avrà aumentato di molto il suo volume, unire i tuorli e continuare con la lavorazione fino a che la massa si presenterà gonfissima e soda.
Miscelare la farina, la fecola e il lievito, setacciare poco a poco sul composto e mescolare delicatamente con una spatola con movimenti dall’alto verso il basso per non smontare la massa.
Utilizzando una sac a poche, munita di beccuccio liscio del diametro di 1 cm, formare dei cilindri della lunghezza di 7/8 cm su teglie rivestite di carta forno.
Spolverare i biscotti con zucchero a velo ed infornare in forno statico per circa 8 minuti ad una temperatura di 200°.
IMG_1468

I Savoiardi sono biscotti che si conservano a lungo, fino a 60 giorni, Pina consiglia di rinchiuderli in sacchetti di cellophane e al riparo dalla luce.

Questa ricetta partecipa alla raccolta del blog  B per biscotto

21 Comments

  1. Brava anch'io ho preso la sua ricetta solo che non sono ancora arrivata a farli ho una lista lunga per ricetta da fare .

  2. Golosissimi. A quest'ora ci starebbero alla grande per uno spuntino serale.
    Complimenti x la ricetta e il blog interessantissimo

  3. I savoiardi sono tra i miei biscotti preferiti, leggeri, profumati e buonissimi. Non conoscevo questa ricetta, quella che uso io non prevede il lievito, ma siccome i tuoi sono perfetti (come tutto quello che fai), la copio per la prossima volta che deciderò di farli. Ciao cara, buonanotte
    P.s. Le foto sono sempre più belle

  4. Belli. Ne ho provate diverse, ma non mi sono mai accontentata, questi mi sembrano i miei preferiti, quelli sardi, li proverò presto, poi se li hai fatti tu…sono sicuramente eccellenti…un abbraccio
    ps. mi associo a Donatella sulle foto…;)

  5. Pina e' il Top dei Top e tu sei la sua degna esecutrice!!
    Adesso dovro' farli 🙂

  6. Caspita che brava! Complimenti!

  7. è uno dei pochi biscotti che non amo…
    ma a te sono venuti benissimo!

  8. Li faccio domani e poi ti so dire.Sono i miei preferiti,grazie ciao

  9. Non sono tra i miei biscotti preferiti, ma nel tiramisù sono molto più buoni quelli fatti in casa, la tua ricetta è deliziosa. un bacione

  10. Troppo buoni questi savoiardi 🙂 Hanno un aspetto meraviglioso!!! Bacioni

  11. Non li ho mai fatti i savoiardi anche se mi piacciono un sacco !proverò la tua ricetta 🙂 baci

  12. Giovanni Pina….mmmmm che buoni i savoiardi, anche io uso molte sue ricette hai ragione sono infallibili. Sei bravissima, e grazie delle parole che mi hai dedicato, la stima è assolutamente reciproca. Foto da mordere! un abbraccio. -Mony

  13. mamma mia che bontà… mi hai fato venire una fame..

  14. Ciao Assunta,ho appena letto il tuo commento e ti ringrazio tanto.
    I savoiardi che hai fatto sono meravigliosi; li faccio con una ricetta diversa ma i tuoi sono da provare.
    Ti abbraccio

  15. Anche io adoro i savoiardi! 🙂
    Grazie per aver partecipato alla mia raccolta, è un piacere conoscerti.

  16. Sono semplicemente meravigliosi!
    Complimenti!!!

  17. cercavo una ricetta che mi desse il via…e mi sa che l'ho trovata, grazie e buona giornata Flavia

  18. waw…complimenti li proverò appena possibile!!! x adesso sono impegnata con le "prove tecniche di panettone"!!! (http://www.giuliamaria.it/)

  19. Ciao, ho recentemente scoperto il tuo blog, è davvero molto bello e fonte di ispirazione, merito della tua bravura come pasticcera ma sicuramente anche come fotografa!! Mi sono imbattuta nella tua realizzazione dei savoiardi di Pina, sono rimasta letteralmente scioccata, a me sono venuti una vera porcheria, Perchè? Ora lo so, sul mio libro sono indicati solo i tuorli, delle uova intere nessuna traccia!!! Oddio, che mi abbiano venduto un libro taroccato?? Neppure la torta di mele morbida di pag. 118 è venuta bene! Ti chiedo troppo se ti chiedo di guardare sul tuo libro e dirmi se ingredienti e dosi coincidono? Non ho mai avuto problemi con le ricette di Di Carlo o Montersino o altri pasticceri, ma due su due di Pina sono venute male, come mai? Dunque per la torta di mele morbida, sul mio libro ci sono i seguenti ingredienti: 350 gr di farina 00, 150 gr di zucchero, 150 gr di burro, 100 gr di uova, 5 gr di lievito in polvere, 50 gr di latte, 600 gr di mele golden. Risulta anche a te? Scusa per il disturbo, grazie per l'attenzione e ancora complimenti per il tuo blog.
    Cristina

    • Ciao Cristina, credo proprio che i tuoi dubbi siano fondati perchè a pagina 118 del mio libro c'è la ricetta della "Torta griglia", non la torta di mele morbida!!
      Riprova a fare i savoiardi con la ricetta che ho pubblicato sul blog e poi, per favore, fammi sapere. Grazie per i complimenti, a presto!

    • Proverò sicuramente a fare i savoiardi con la tua ricetta!! Per quanto riguarda il libro … sigh, spero che non siano sbagliate tutte le ricette, sarebbe davvero un gran peccato. Nel frattempo ne ho provato una terza che è riuscita bene, certo che una su tre non è una gran media. Pazienza!! Comunque ti farò sapere quando riproverò i savoiardi alla sua maniera!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*