Girelle crema e uvetta

In tante occasioni, le parole non servono! Basta un gesto, uno sguardo!
Così come in questo caso, le immagini valgono più di una mia qualsiasi descrizione!
Insomma, fatele e basta! D’altronde, la Paoletta è una garanzia! 😉
Dal blog Anice e cannella, la ricetta così come l’ha scritta lei….
GIRELLE ALLA CREMA E UVETTA (o Pain aux Raisin)

 

Ingredienti:
g 250 farina manitoba
g 250 farina 00
g 75 zucchero
g 5 sale
g 75 di strutto (o burro)
g 15 di lievito di birra
170 ml di acqua
170 ml di latte
scorza di arancia o limone
1 tuorlo d’uovo
1 cucchiaino di miele
1 albume
3 cucchiai di acqua
2 cucchiai di zucchero
uvetta 2 o 3 pugnetti
400 g di crema pasticcera

 

Procedimento:

 

Alla sera fare un poolish con l’acqua, il lievito, il miele e 150 gr di farina presi dal totale. Lasciare che l’impasto raddoppi, ci vorrà circa 1 ora.
Impastare quindi con il resto degli ingredienti (il burro o lo strutto in ultimo) e lasciar puntare l’impasto per 40′ in luogo tiepido. Se ce ne fosse bisogno, si può aggiungere all’impasto 2 o 3 cucchiai di farina, ma non di più. Se si usa la manitoba giusta, questa assorbirà bene tutti i liquidi.
Dopodichè porre in un contenitore, coprire con pellicola e mettere in frigo fino al mattino successivo.
Al mattino tirare fuori l’impasto, attendere circa 30′, poi fare le pieghe del primo tipo, come indicato qui
Coprire con un panno bagnato e lasciar riposare 1 ora.
Quindi stendere la pasta col matterello riducendola ad uno spessore di circa mezzo cm. Dopo averla stesa si versa su tutta la superficie un velo di crema pasticcera, e sopra di essa si sparge un po’ d’uvetta, precedentemente ammollata in acqua tiepida.
Piegare la sfoglia fino in fondo come si fa per fare le tagliatelle; tagliare poi le girelle larghe circa 1,5/2 cm.
Allineare distanziati i dolci così ottenuti sulla placca da forno, pennellarli con l’albume sbattuto e lasciarli lievitare per 1 oretta.
Cuocere in forno a 180° finchè non saranno perfettamente dorate.
Per dare lucido alle girelle, si prepara in un pentolino uno sciroppo composto di acqua e zucchero, e, dopo averlo fatto bollire per qualche minuto le si spennellano appena sfornate.
NOTE: Altri procedimenti, stessi ingredienti.
1) (se si vuole impastare la sera prima) 
Impastare tutti gli ingredienti usando 13 gr. di lievito, far lievitare 50′ e mettere in frigo circa 9 ore.
Al mattino riprendere l’impasto, lasciarlo a temperatura ambiente poco più di un’ora, poi procedere alla formatura.
2) (se si vogliono fare in giornata…)
Fare un impasto diretto con gli ingredienti indicati, ma con 20 gr di lievito.
Porre a lievitare per un’ora e mezza in luogo tiepido. Quindi formare le girelle senza rilavorare eccessivamente l’impasto.
Allineare man mano distanziati sulla placca da forno foderata di carta forno, pennellarli con l’albume e lasciarli lievitare per circa un’ora e mezza.

 

43 Comments

  1. Mamma mia che belle! Sembrano tanto quelle che sfornano in pasticceria da me! Sento vagamente un profumino 🙂

  2. Deliziose!!!

  3. Buono, golose e perfette Assunta…cosa darei per averle qui adesso!!Un bacione,Imma

  4. le faccio spesso per mio marito… e per me, sono buonissime!!! ciao! 🙂

  5. strepitose….e non dico altro….vine voglia di rubarne una dal monitor!

  6. Ciao, Nuove iscritte, complimentri per le belle ricette ho gironzolato un po'!!

  7. Confermo che queste girelle sono buonissimissime. E le tue anche stupende. Sono così delicate che quasi mi spiacerebbe dargli un mordo…quasi :D! Un bacione, buona settimana

  8. fantastiche mettono una voglia di addentarle solo a guardarle…tu e Paola doppia garanzia di sucesso assicurato!
    Baci
    Alice

  9. Ciao, è la prima volta che approdo qui.. complimenti.. Ti seguirò con piacere, intanto complimenti a te e alla Paoletta che citi 😉

  10. Ciao Assunta, è vero le parole non servono…..FAVOLOSE!!!
    Bacioni, buona settimana…

  11. stamattina quando non le ho trovate prima di andare al lavoro mi ero quasi arrabbiata, che meraviglia sono! posso rifare colazione da te invece di pranzare?

  12. Ne ruberei una!!!! Mi tentano tantissimo, ciao.

  13. mia cara hai detto bene a che servono le parole quando le immagini parlano da sole?? Proverò a farle con il lievito madre!!! ma posso evitare lo strutto che dici??

  14. *_* in francia queste girelle sono la mia colazione preferita, le adoro e le preferisco a croissant e pain au chocolat, da Paoletta me le ero perse, ma ora non credo che potrò resistere a lungo senza provarle!
    complimenti Assunta: ti sono venute magnifiche!

  15. Sono rimasta incantata, la foto poi…è stupenda!

  16. Assunta mia che spettacolo!
    Le girelle sono magnifiche…non è che me ne lanci un paio? E le foto? Stupende…hanno una luce pazzesca. Sempre più brava!

  17. Wow sono una meraviglia e sono bellissime…non voglio nemmeno immaginare quanto siano buone se no svengo!!gnammy! buona giornata!!

  18. Uno spettacolo! Ma l'impasto è simile a quello dei cinnamon rolls come consistenza?

  19. Ciao cara,
    che belle…ti sono venute benissimo!
    Baci

  20. Santo cielo, ma sono una meraviglia!!! Super, super brava!
    Mi sa che a casa tua il "mulino bianco" c'è davvero!

  21. allora non dico niente, le guardo e il gesto che sto facendo vuol dire :"dammene una"!!!

  22. O_O irresistibilmente golose e perfette! ^_^

  23. Hai ragione Paoletta è una garanzia, ma ci vuole anche maestria e quella è solo merito tuo! Queste girelle sono davvero libidinose! Un bacione

  24. Sono proprio una meraviglia queste briochine! Complimenti sinceri!

  25. Tesoro anche tu sei una vera garanzia! Oltre al contenuto i tuoi post hanno una luce immensa ^_^
    Un bacio grande grande!

  26. Non mi piace l'uvetta…tranne in queste meravigliose girelline!! :)) Grazie per la ricetta, da provare sicuramente!!

  27. CHE BELLE TI SONO VENUTE!

  28. Mi ricorda alcune colazioni parigine, per me quindi sono girelle speciali… 🙂

    Belle le foto chiare e luminose… apprezzo anche il vassoio!

  29. Assunta ma sono spettacolari!!
    Complimenti!!
    Vediamo se riesco a farle pure io…gli ingredienti devo averli tutti!
    Baci

  30. io vado matta per le girelle con la crema!!Le proverò subito!

  31. Sono bellissime, le proverò pure io.
    Grazie per l'amicizia su FB.
    A presto.
    Miky

  32. meravigliose che brava ti faccio tanti tanti tanti complimenti!!!

  33. Le girelle all'uvetta le adoro! Se le vedo in giro, al bar o al forno, le devo prendere, mi piacciono troppo!
    Le devo assolutamente provare! Un saluto Assunta, ai tuoi lievitati manca veramente solo la parola 🙂

  34. Hai ragione le ricette di Paoletta sono una garanzia, ma tu 'hai saputa eseguire egregiamente!!! Complimenti

  35. Complimentissimi, queste girelline sono davvero eseguite fantasticamente e fotografate alla perfezione sei una garanzia Assunta ❤

  36. complimenti…ottima ricetta…voglio provare a farle anch'io…Ho letto che sei Cilentana come me…di dove sei? 🙂

  37. Quante cose buone!!! Sei bravissima e mi hai fatto venire una gran fame con queste girelle fantastiche…
    Ho conosciuto il tuo blog attraverso quello di Kiara che ha preparato le camille utilizzando la tua ricetta.
    Mi unisco molto volentieri ai tuoi lettori. Complimenti!
    Flora

  38. Complimenti!
    Queste girelle fanno venire l'acquolina alla bocca….e la presentazione è semplicemente fantastica!
    Mi spiece di non riuscire a passare più spesso, ma mi capirai bene: tra la cucina, la famiglia, il lavoro…. uff…. e chissà quante tue bontà mi sono sfuggite per questo!
    Un abbraccio grande!

  39. ciao,
    quando dici di scaldare un po' di patè à bombe per inserire la gelatina,come devo fare? a bagno maria o direttamente su fornello con un pentolino?
    Grazie!

  40. Ciao,che bontà!!! Trovo che questa ricetta sia davvero invitante!
    Girelle di forma perfetta e super gustose!

    Nina di http://fragolaecannella.blogspot.it/

  41. le tue ricette sono fantastiche Assunta!!! Una più bella e buona dell'altra!!!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*