Torta Saint Honoré

…o meglio: la Saint Honoré all’italiana di Giovanni Pina tratta dal suo libro “Dolci – manuale pratico di pasticceria. Dopo aver sperimentato con successo la sua Sacher all’italiana, qualche giorno fa, complice un invito a cena da parte di amici, ho potuto sperimentare ancora una sua ricetta che avevo adocchiato già da tempo. Ho apportato alcune modifiche, volute e non, scegliendo di realizzare una torta più alta che ha comportato l’utilizzo di una maggiore quantità di crema che ho adoperato anche per la decorazione finale delle strisce chiare al posto della panna. Ho poi utilizzato un liquore all’arancia per la bagna sostituendolo al distillato al mandarino di cui ero sprovvista. Il risultato è una torta dal sapore fresco, delicatissimo e all’assaggio, malgrado gli ingredienti utilizzati e l’elevato numero di calorie che contiene una preparazione del genere,  una sensazione di estrema leggerezza.

Ingredienti per il Pan di spagna
220 g di zucchero semolato
5 g di miele d’acacia
225 g di uova
135 g di tuorli
200 g di farina 00
40 g di fecola di patate

 

In planetaria montate le uova intere, lo zucchero e il miele fino a che la massa si presenterà ferma e spumosa.
Aggiungete i tuorli continuando a mescolare ad alta velocità.
Spegnete la macchina e a mano, con una spatola, incorporate delicatamente la farina e la fecola precedentemente setacciate.
Versate il composto in 2  teglie rotonde di 20 e 24 cm di diam. e cuocete per circa 20 minuti ad una temperatura di 180°.
Appena cotti, sformare i pan di spagna e lasciateli raffreddare su fogli di carta forno.

Ingredienti per la crema pasticcera
750 g di latte intero
250 g di panna fresca
350 g di zucchero
250 g di tuorli
70 g di farina 00
1  bacca di vaniglia

Mettete il latte e la panna  in una casseruola e ponete sul fuoco a riscaldare. In una terrina
lavorate i tuorli con lo zucchero, unite la polpa della bacca di vaniglia, incorporate la farina setacciata e
mescolate bene. Unite la miscela di latte e panna a filo, mescolate ancora,
versate il composto nella casseruola e riportate sul fuoco. Mescolate in
continuazione e, senza portare al bollore, fate cuocere fino a far
addensare.
Togliete dal fuoco, prelevate una piccola quantità di crema, che vi servirà per la decorazione finale, mettetela in una ciotolina ed unitevi il cioccolato tritato. Mescolate fino a farlo sciogliere completamente.
Lasciate raffreddare  entrambe le creme con pellicola alimentare a contatto.

Per la bagna
75 g di zucchero
75 g di acqua
75 g di liquore all’arancia

Portate a ebollizione l’acqua, versate lo zucchero, mescolate e lasciate raffreddare.
Unite il liquore all’arancia e mescolate.

Inoltre:
440 g di panna montata
50 g di cioccolato fondente
8 bignè

Componiamo la torta: 
Tagliate il pan di spagna da 24 cm in 3 strati, “spellate” il pan di spagna da 20 cm e riducete in briciole la mollica. Mettete da parte  un quantitativo sufficiente di panna montata da stendere su tutta la superficie della torta e per la decorazione finale ed unite il resto alla crema pasticcera. Farcite i bignè con la crema e metteteli da parte. Mettete da parte ancora un piccolo quantitativo di crema per la decorazione finale.

Foderate la stessa teglia di cottura di 24 cm con pellicola alimentare e montate la torta:
adagiate sul fondo il primo disco di pan di spagna, inzuppatelo con la bagna.
Stendete un primo strato di crema, ricoprite con il secondo disco di pan di spagna, inzuppate con la bagna.
Ricoprite con l’ultimo strato di crema e terminate con il terzo disco di pan di spagna, bagnate nuovamente.

Capovolgete la torta nel piatto di portata, eliminate la pellicola e ricopritela interamente con un sottile strato di panna montata. Fate aderire lungo il bordo le briciole di pan di spagna, decorate con i bignè,  i ciuffi di panna e le 2 creme messe da parte alternandole nei colori.

Vista la contaminazione tutta italiana di questa torta della pasticceria tradizionale francese, con questa ricetta partecipo al contest di Vaty del blog A Thai Pianist

 

35 Comments

  1. Quanto adoro la torta Sant Honore..così semplice, intramontabile e soptattutto buonissima!!!
    Bravissima come sempre!
    Buona giornata

  2. Buonissimo e bellissimo!
    Complimenti!

  3. oddio fantastica, mi sarebbe piaciuto vedere la fetta! chissà bonaaaaaaaaaaaa
    🙂
    buona giornata

  4. Mamma mia, davvero fantastica questa tua Saint Honoré!

  5. Se è una tale delizia per gli occhi non oso immaginare che delizia possa essere per il palato, una torta alla quale non si può rinunciare!

  6. che visione, Assunta, sembra uscita da un sogno, o da un bancone di pasticceria che è la stessa cosa…la faccio oggi pome stesso, si si!

  7. ma che buona e poi è bellissima, perfetta!!!

  8. Ciao Assunta 🙂 E' stupenda, uno spettacolo, da vetrina! E poi immagino la bontà… deliziosa! Complimenti e un bacione, buona giornata 🙂 :**

  9. E' bellissima Assunta e approvo in pieno l'uso della crema come decorazione anzichè la panna…garantito che la provo al più presto,insieme alla Sacher è uno dei prossimi dolci!Bravissima come sempre!

  10. La torta Saint honoré è la copertina di una libro di ricette di mia mamma che ho sempre guardato di traverso incuriosita e intimorita da tanta maestosità. Una ricetta che avevo accantonato nella mia testa ma che hai ritirati fuori prepotentemente con questo bellissimo post. A presto Manu

  11. E' davvero una meraviglia, degna di una pasticceria!
    Quasi quasi me la regalo al prossimo compleanno.
    Ciao,
    Simona

  12. E' venuta veramente bene. E' una torta che adoro e che ho sempre voluto fare!

  13. Direi meglio di tante pasticcerie!! 😀 che spettacolo!

  14. Ma questa torta è da copertina, complimenti per la bella contaminazione!
    Enrica

  15. Più bella che nella vetrina di un pasticcere, veramente uno spettacolo….un classico che è sempre delizioso!!

  16. wow!!!!!
    ciao Assunta hai fatto centro pieno anche questa volta…..altro che pasticceria francese!!!!
    bellissima, fantastica…….golosissima!!!
    bacio

  17. Io non ho più parole per dirti quanto sei brava, quindi ti dico solo: bravissima! 😀 Questa saint honorè è un vero capolavoro!!!

  18. Riesci sempe a stupirmi con le tue torte. Complimenti.

  19. Sono senza parole Assunte.. e meno male che a mezzanotte dormivo e non potevo risponderti nella chat.. altrimenti mi veniva come minimo un attacco glicemico alla solo vista.
    Lo sai che io dinanzi a cotanta arte di paasticceria mi inchino. non me ne intendo ma, credimi, fossimo state più vicine, sarei venuta per un corso accelerato da te, cara.
    Grazie di cuore per aver partecipato.. fortuna non avrò l'arduo compito di giudicare perchè sarei andata veramente in crisi..
    MERAVIGLIOSA LA TORTA, LA CONTAMINAZIONE ITALO-FRANCESE, LE FOTO E TU <3

  20. Che dirti più di quello che già sai…tu l'arte della pasticceria ce l'hai dentro. Ecco come avresti dovuto chiamare il tuo blog: La pasticcera dentro!
    I tuoi amici faranno a gara per invitarti se ogni volta ti presenti con dolci spettacolari come questo. Un bacione cara 🙂

  21. Pina è un genio indiscusso della pasticceria, anche se molto meno televisivo e alla ribalta di molti. Io lo amo soprattutto perché propone dei dolci che riconosci subito per la nostra italianità.
    È un peccato che il suo libro non venga preso molto sul serio perché è veramente ben fatto (anche se ammetto che con quella copertina, se non lo conoscessi, lo eviterei anche io :))
    Ciao! Leo

  22. ma qui non si scherza, torta eccellente,golosa, invitante, e chi più ne ha più ne metta, irresistibile, complimentiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii, voglio una fetta, almeno una, mentre scrivo bavo sul pc, non preparo una torta così degna di questo nome da diverso tempo, grazie per questa favolosa ricetta e buona serata

  23. Per un bel pò di anni a questa parte la torta Saint honorè è stata protagonista al mio compleanno poi l'ho persa di vista…la tua è perfetta e mi hai fatto venire una voglia matta di rivederla ….magari proverò la tua ricetta…!! davvero complimenti..!!

  24. Ciao Assunta, ti seguo da tempo, ma non mai commentato e me ne pento! Complimenti per questo gioiello della pasticceria di Pina! ho il suo libro ed è una miniera di bontà, spunti e informazioni!!!! E tu sembri una sua diretta discendente!!!! brava brava brava!!!

  25. dio mio cosa vedono i miei occhi….straordinaria

  26. Bravissima Assunta! i tuoi dolci sono sempre incantevoli, hai una precisione unica…e poi sei una collega di Sweet :). Un abbraccione, Angela

  27. Oh che meraviglia! A parte la bellezza di questa torta, leggendo la ricetta devo dire che davvero deve essere anche deliziosa! Complimenti!!

  28. Woow, wow e strawow!!
    Complimenti è meglio di quella del pasticcere, bellissima, precisa, perfetta!
    Tutta la mia stima!
    Cri

  29. Ciao, arrivo da te grazie al contest Contaminazioni al quale anch'io partecipo. Complimenti per il tuo blog, mi sono unita ai tuoi lettori e sarei molto felice se tu facessi altrettanto.
    A presto, Claudia
    http://www.lacucinadistagione.blogspot.it/

  30. dire che è fantastica e' dir poco perfetta in tutto complimenti assunta

  31. perfetta! davvero perfetta! ti ammiro un grande abbraccio e buon sabato!

  32. la faccio per il compleanno di Gabriele 🙂

  33. bravissima Assunta, tanti complimenti, non ti smentisci mai!!

  34. Ciao! Ti ho scoperta leggendo i finalisti del contest di Vaty! Complimentissimi 🙂 Mi sono iscritta ai lettori fissi 🙂
    Federica 🙂

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*