I Bacini di Adriano

Quando sono alla ricerca di una ricetta per la preparazione di un lievitato, che sia dolce o che sia salato, volete sapere qual’è la prima cosa che faccio?…..
Entro nel suo “mondo” e trovo sempre ciò che mi soddisfa pienamente! 🙂

Dosi e procedimento prelevati dal suo stupendo ed inimitabile blog, Profumo di lievito

 

Ingredienti:
1kg farina W250 (in alternativa farina 0 per pizza 12% proteine min. , con buon assorbimento)
500gr latte intero
160gr uova intere (ca. 3)
100gr burro
30gr strutto
80gr zucchero
18gr sale
12gr lievito fresco
1 cucchiaino malto.Sciogliamo il lievito ed il malto nel latte intiepidito amalgamiamo 500gr di farina e lasciamo gonfiare (ca. 90’).

Uniamo una manciata di farina ed avviamo l’impastatrice, con il gancio a bassa velocità. Quando l’impasto si sarà asciugato, uniamo le uova una alla volta, accompagnate da un po’ di zucchero e qualche cucchiaiata di farina, evitando di smollare la massa. Con l’ultimo uovo aggiungiamo il sale.

Aumentiamo la velocità a 1,5 ed impastiamo fino ad incordare la massa, poi inseriamo il burro e, una volta reincordato, lo strutto.
Continuiamo ad impastare a velocità sostenuta, fino a che la massa non si presenterà elastica, semilucida e farà il velo.

A mano: facciamo la fontana con la farina, disponendo il sale e lo zucchero all’esterno, al centro mettiamo il preimpasto e le uova ed impastiamo fino ad ottenere una massa elastica. Chiudiamo il burro morbido al centro ed impastiamo battendo di continuo sulla spianatoia. Ripetiamo la stessa operazione con lo strutto ed impastiamo battendo, fino ad ottenere le caratteristiche prima descritte.

Copriamo e poniamo a 26° fino al raddoppio.Rovesciamo sulla spianatoia, sgonfiamo l’impasto appiattendolo con le mani e diamo le pieghe di tipo 1, copriamo a campana.

Dopo 30’ porzioniamo a 15 – 20gr ed avvolgiamo a palla stretto.

Lasciamo lievitare a 28° fino al raddoppio

 

Lucidiamo con albume battuto con pari quantità di latte ed inforniamo a 190° per ca. 12’
Con lo stesso impasto, in occasione di un buffet, ho preparato dei cornettini e delle girelle farcite! 🙂 
Di quest’ultime purtroppo non ho la foto!

 

11 Comments

  1. Ottima esecuzione di una ricetta eccezionale, baci Assunta

  2. Eccezionale questi baci!

  3. Adriano è sempre una garanzia!!!Il tuo risultatao è splendido bravissima, mi tufferei nelle foto! Bacioni!

  4. Assunta,ma che belli questi bacini!!!!anche i cornetti,sdono favolosi,che fame^;*anch'io seguo il grande Adriano,anche se non ho mai provato a fare neanche una sua ricetta..purtroppo i suoi procedimenti sono tutti con la planetaria ed io non ce l'ho..e mi perdo nelle spiegazioni….complimenti e bacioni,carissima!!

  5. ciao Assunta…sì Adriano è una garanzia, questi "bottoncini" a Roma, sono quelli delle feste dei bambini, sono bellissimi e perfetti, però in questo periodo mi sono accorta che non c'è solo lui, convieni? Ti aggiorno, sono due volte che faccio il pane di Matera, la prima volta era troppo idratato, buonissimo ma non da fotografia, la seconda, perfetto, lo prendo per metterlo in forno, mi scivola e cade per terra, per fortuna era pulito, salvato ma si è un po' accartocciato, niente foto, fra qualche giorno faccio il terzo, che ne dici? non ridere…un abbraccio

  6. @ Tamara, quando ci si mette la sfortuna!!!
    Perdonami, ma un piccolo sorriso me lo hai strappato! 😀
    Il terzo sarà da manuale, vedrai! 🙂

    @ Tutte, grazie di cuore! 🙂

  7. ottimi veramente|!!!! da oggi ti seguo! se ti va passa a trovare anche me! ciao cara buonanotte!

  8. Benvenuta Giulia!…certo che vengo a farti visita! 🙂

  9. Insuperabile :))

  10. Ciao.
    Che bontà, adoro questa tipologia di panini.
    Complimenti ho visto tante cose che mi piacciono nel tuo blog.

  11. mi piace questa ricetta bacini di adriano:) complimenti splendide ricette e ti seguo con molto piacere se ti va passa nel mio blog anche se sono alle prime armi ciao 🙂

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*