Focaccia di Emmanuel Hadjandreau

Lei, si è innamorata follemente di lui!
Io, mi sono innamorata della sua focaccia apparsa qualche giorno fa sul suo meraviglioso blog!
Insieme, abbiamo convenuto che la ricetta di Emmanuel Hadjandreau è fantastica e si ottiene un risultato perfetto!
Grazie Monique, questa è la seconda volta che la preparo e credo che non potrò più farne a meno!!! 😉
 


La ricetta è tratta integralmente dal blog di Monique.
In rosso, il tipo di farina da me utilizzato e l’aggiunta dei pomodorini e dell’origano.
Per 1 focaccia
200 g farina (io ho usato quella consigliata da Ema, la T55, in Italia va bene la 00) (Caputo rossa)
4 g sale
2 g lievito fresco
150 ml acqua tiepida
olio
 a piacere
cipolle, olive, rosmarino….
(pomodorini ciliegia, origano)
In una ciotola piccola, mescolare la farina con il sale. In una grande ciotola, sciogliere il lievito con l’acqua. Versare il primo mélange nel secondo e mescolare con un cucchiaio di legno per ottenere un impasto un po’ appiccicoso. Oliare un’altra ciotola e adagiarci l’impasto. Ricoprire a campana con l’altra ciotola e far riposare 30 minuti. Passati i 30 minuti, sempre lasciando l’impasto nella ciotola, fare delle pieghe semplici prendendo i lembi e portandoli verso l’interno
Coprire e lasciar riposare ancora per 30 minuti. Ripetere le pieghe e coprire. Lasciar passare altre 3 ore, ricordandosi di fare le pieghe ogni 30 minuti. In tutto sono 4 ore di lievitazione lavorata, con 8 operazioni di pieghe. All’ultima operazione, la pasta sarà piena di bolle d’aria molto grandi. Rovesciatela su una teglia coperta di carta da forno e con delicatezza, per non sgonfiare l’ impasto e non rompere le bolle. Coprire a campana e lasciare riposare per 10 minuti. Appiattire l’impasto per formare la focaccia, coprire e lasciare riposare ancora 10 minuti.
Guarnite con pomodorini, rosmarino, origano, olive, quello che volete, completare con un filo d’olio e lasciar lievitare per 20 minuti. Nel frattempo riscaldare il forno a 240°. Infornare per circa 20 minuti o fino a che la pasta sarà dorata.
Per sapere se è cotta, battete il sotto della focaccia con un cucchiaino. Se il suono è secco è pronta.

 

14 Comments

  1. che meravigliaaaa!!!!! anche se è mattina, ne mangerei volentieri un pezzo…anzi due!!! bravissima!!!

  2. mamma mia che delizia….è spaziale davvero!

  3. E' davvero meravigliosa, mi segno la ricetta e proverò!!!

  4. Che Ema sia un grande, l'ho detto e ripetuto, ma che tu, mi prendi una ricetta e la fai due volte, mi da conferma che il mio amore per lui è fondato!! Grazie per la fiducia, sarai invitata al matrimonio!!

  5. Un pò lungo il procediemento Assunta ma la focaccia è di una bellezza!!Bacioni,Imma

  6. mamma mia che belle bolle e quanto poco lievito, grazie di avercela regalata e grazie anche a Monique di averla proposta,un bacione

  7. una pizzaiola come me amante delle lunghe lievitazioni e della cucina casareccia contro i preparati industriali, non puo' che ammirare questa meraviglia ,assunta sei stata davvero bravissima e soprattutto per la scelta della caputo rossa io la uso per la mia pizzeria ( e da 2 settimane anche un nuovo locale yuppiiii dove ho il forno a legna ) questa è la mia farina la rossa qui e la blu per la pizzeria d'asporto . perfetta questa focaccia lievitazione pperfetta

  8. Ciao, che bontà questa focaccia, soffice e fragrante con un'ottima farcia tutta mediterranea.
    baci baci

  9. Proprio bella la tua focaccia!

  10. Ciao Assunta, sono stata attratta dagli alveoli di questa focaccia, che ho visto su g+ poco fa ed ora eccomi qua, mi unisco ai tuoi lettori con grande piacere.
    Complimenti per la focaccia e per il poco lievito. 😉
    Anch'io adoro la panificazione. Se hai voglia e tempo di fare un giro dalle mie parti, mi trovi su profumodibroccoli.blogspot.it
    Ciao e buona giornata.
    Tiziana

  11. Bellissima questa focaccia! Da provare 😀

  12. Spettacolare!!!:-))
    Ciao,bacio

  13. Bellissima questa focaccia, mi piace molto 🙂
    Un bacione 🙂

  14. Ma che mi combini Assunta…… che goduria!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*