Lasagne aperte di impasto nero al sugo di seppie

Non potevo mancare a questo appuntamento, assolutamente no!
Dell’antica Lucania fecero parte il Cilento ed il Vallo di Diano,  forte è il legame che unisce noi cilentani ai nostri cugini lucani, sia per cultura che per tradizioni, culinarie e non.
Quando Teresa De Masi annunciò sul suo blog l’evento IoChef,  organizzato dall’Unione Regionale Cuochi Lucani in occasione del   27° Congresso Internazionale della Federazione Italiana Cuochi (F.I.C.),  che si svolgerà a Metaponto dal  7 al 9 ottobre 2013, la mia adesione fu immediata! Grande fu la gioia quando scoprii che ad ognuno dei partecipanti sarebbe stato recapitato un pacco contenente svariati prodotti  dell’eccellenza gastronomica di questa regione con cui realizzare, adoperando uno o più ingredienti di quelli gentilmente offerti, un piatto con uno dei pesci a scelta tra quelli elencati nel post di Teresa.
Circa la ricetta, inizialmente avevo pensato a tutt’altro; avrei voluto stupirvi con effetti speciali, con preparazioni super elaborate ed accostamenti insoliti, ma poi….prepotentemente è sbucata fuori la mia anima terrona ed ho messo le mani in pasta! 😀 
“Lasagne aperte di impasto nero al sugo di seppie, con polpettine di pane di Matera alle melanzane rosse di Rotonda, cacioricotta e seppie”

Ingredienti per 4 persone (abbondanti)

Per le lasagne
300 g di semola rimacinata di grano duro
2 uova
4 cucchiai di acqua
nero di seppia (il contenuto di 1 o 2 sacchettini, regolatevi in base alle loro dimensioni)
1 pizzico di sale

Per il sugo alle seppie
400 g di pomodori ciliegini
500 g di seppie fresche
1/2 bicchiere di vino bianco secco
1 spicchio d’aglio
1/2 cipolla bianca
olio evo Lucano
prezzemolo, sale

Per le polpette
100 g di mollica rafferma di pane di Matera
3 melanzane rosse di Rotonda DOP
60  g di cacioricotta lucana
1 albume
sale, pepe, prezzemolo + i tentacoli delle seppie
olio evo per friggere

Per prima cosa, pulite le seppie ed estraete delicatamente i sacchetti contenenti l’inchiostro e teneteli da parte.
Spellate le seppie, mettete da parte i tentacoli e tagliate a striscioline il resto.

Mettete sulla spianatoia la farina a fontana, unite le uova, il sale e il nero di seppia sciolto nell’acqua. Impastate fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
Tirate la sfoglia da cui ricaverete dei fogli di lasagne che poi dividerete in quadrati.
Lasciate riposare coperto da un panno per circa 30 minuti.
Nel frattempo, preparate le polpette.

 

Tagliate le melanzane a dadini, versatele in una padella con un goccio di olio evo e fatele appassire a fuoco dolce  fino a che risulteranno ben tenere. Riunite in un mixer la mollica di pane , precedentemente ammollata in acqua e ben strizzata, unite i tentacoli delle seppie tagliuzzati e tutti gli altri ingredienti. Azionate la macchina e lasciate mescolare fino ad ottenere un composto ben amalgamato. Con l’impasto formate tante polpettine poco più grandi di un’oliva che friggerete in olio evo fino a doratura.

Portate a bollore una pentola sul fuoco con abbondante acqua in cui cuocere le lasagne.
Nel frattempo, in un tegame con l’olio, fate imbiondire uno spicchio di aglio che poi eliminerete.
Versate la cipolla tritata finemente e lasciatela appassire a fuoco dolce. Unite i pomodorini tagliati a metà e le seppie tagliate a striscioline, fate cuocere per circa 7/8 minuti a fuoco vivo poi spruzzate con vino bianco e lasciate sfumare.  A questo punto, unite le polpettine e lasciate insaporire il tutto terminando la cottura dopo alcuni minuti. Caso mai occorresse, aggiungete qualche cucchiaiata di acqua di cottura delle lasagne per rendere il tutto più fluido.

Scolate le lasagne, e componete la preparazione direttamente nel piatto di ogni commensale alternando 3 fogli di lasagna e condimento, terminate ricoprendo la superficie con il prezzemolo tritato.

 N.B. Per la cottura del sugo, regolatevi in base alle dimensioni delle vostre seppie.
Io ho utilizzato delle seppie freschissime di piccole dimensioni, all’incirca 100 g ognuna, che hanno avuto bisogno di breve cottura. 

Tutte le ricette partecipanti al concorso le trovate sul sito di Giustino Catalano – Di Testa e di Gola

32 Comments

  1. un piatto strepitoso complimenti.

  2. Chi partecipa per la Lucania le ricette sono stupende la tua è la quarta che leggo dovreste raccogliere tutte assieme in un bel PDF.
    Buona giornata.

  3. Assunta….resto strabiliata da cotanta raffinatezza!! Un piatto rotondo nell'insieme e bello alla vista!! superlativo!!!! In bocca al lupo tesoro <3

  4. Non ho parole..fotografie stupende.. ma la ricetta.. veramente chiccosa.. buona.. originale!!!! Complimenti davvero… baci e buona giornata 🙂

  5. E' una meraviglia.
    Di grande impatto visivo
    Complimenti

  6. Mi inchino, tesoro, davanti a questo piatto: non solo raffinato, non solo saporito. ELEGANTISSIMO. <3 I miei complimenti e un abbraccio enorme, tesorina! <3

  7. bellissima iniziativa e il piatto è originale, chic e molto curato! bravissima davvero!

  8. Che spettacolo, questo piatto.. bravissima!!!
    Ho trasferito il mio blog ad un indirizzo diverso… se ti va puoi continuare seguirmi di là: http://www.dolcipasticci.it/

  9. Ciao cara, che piatto favoloso!!!! The best!!! Hai saputo valorizzare al meglio i prodotti lucani creando un piatto non solo bello a vedersi ma sicuramente delizioso!! Complimenti

  10. Anche a te faccio i miei più sinceri complimenti per il bel piatto preparato e tanti auguri per il concorso..a presto :*

  11. Controllato e approvato. In bocca al lupo per il concorso.

  12. tu chef davvero! Assunta, è un capolavoro, non trovo altre parole se non quelle che…vorrei assaggiare!

  13. Che meraviglia di colori e di sapori, mi viene l'acquolina solo a pensarci.

  14. fantastico Assunta! come sempre…sei la migliore ^_^
    in bocca al lupo!!!

  15. Assu, guarda, sbavo. bravissima, sono meravigliose. Davvero.

  16. Assunta, questo piatto è strepitoso, i colori meravigliosi e i sapori sono certa che non sono da meno….ma da te non ci si poteva aspettare che il top, tu sei sempre la migliore!!!
    Considerati già a Metaponto, sono certa che le tue lasagne non passeranno inosservate. Un abbraccio mia cara :))

  17. che goduriaaaaaaaaa!!! troppo bello questo piatto….

  18. Ahhhh ero questo il post su cui lavoravi eh 😉 che sorpresa carina quest lasagne! Con accostamento davv nuovi per me. Come sempre, non ti smentisci..<3

  19. che belle!!!!originale anche la pasta …sei sempre bravissima

  20. Mi piace moltissimo questa ricetta, trovo sia perfetta per un menù da chef stellati.
    Hai davvero le mani d'oro, riesci a trasformare gli ingredienti in un modo unico!

    Complimenti 🙂

  21. Qui hai superato te stessa!!!!!!!
    Magnifico 🙂 e in bocca al lupo per il contest 😉

  22. GRANDIOSA SEMPLICEMENTE GRANDIOSA!!!
    complimenti e piacere di conoscerti
    In bocca al lupo
    Cristina

  23. Che piatto splendido con colori magnifici, tutto da mangiare

  24. Sempre bello il contrasto cromatico col nero di seppia. E chissà che buono questo piatto. Bravissima.

    Fabio

  25. ma questo piatto HA gli effetti speciali!!!!!!
    una preparazione stellata!
    baci
    Alice

  26. wow…rimango senza parole!
    questo piatto è davvero strepitoso!!
    non posso non copiare la tua ricetta e sperare di rifarla degnamente!
    Spettacolare, meravigliosa e bravissima te!!
    Un abbraccio enorme

  27. Ciao Assunta, scusami se arrivo solo adesso ma dal cellulare è un'impresa commentare!!!
    La tua proposta per io chef mi piace moltissimo, devo dire che è una delle mia preferite: ammiro ma presentazione e gli abbinamenti che hai proposto.
    Un abbraccio ed in bocca al lupo, Chiara

  28. davvero bravissima! bellissima ricetta un abbraccio

  29. ha un aspetto invitante!!
    grazie per la condivisione

  30. Ehiiii, lo sapevo che ci saresti stata anche tu! In bocca al lupo!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*